5 novembre 2014

#VAIN Magazines e la mia esperienza come Interviewer


Come vi avevo parlato in un altro post, da quasi un anno ho il piacere di collaborare con una rivista digitale, che si chiama VAIN Magazines. 
E' una rivista che si basa su un concetto innovativo: rivolgersi a un pubblico di giovani talenti della moda, interessati al campo artistico e di design, che cercano ispirazione e perché no anche un punto di riferimento per iniziare a lavorare. Il nome al plurale è perché la rivista risulta divisa in tre pubblicazioni diverse, che escono ogni mese (MODELS, STYLIST, CREATIVE), ognuna delle quali si occupa di un determinato settore. 




"Models" è la rivista che ha come punto focale il lavoro degli indossatori, le sfilate, il backstage, il make-up e tutto ciò che ruota intorno all'evento sfilata/shooting come i fotografi, le agenzie, etc.
"Stylist" invece è la rivista che parla di tendenze, moda, di nuovi talenti e di casi di successo. 
"Creative" è la frangia artistica che si concentra più su mostre, fotografia, arti visive.
Il tutto condito da articoli, interviste a personaggi e artisti e in più tante foto che la rendono ancora più piacevole da leggere.

Quando mi hanno chiesto di farlo, inizialmente ero abbastanza titubante perché non avevo mai avuto la possibilità di pubblicare su uno spazio che non fosse questo blog.
L'argomento mi ha subito colpito, così ho deciso di accettare la sfida e di occuparmi delle interviste.
Non sentendomi una professionista ho voluto dare un tono più informale alle domande, tanto che quando mi sono sentita chiamare per la prima volta "giornalista" ho pensato: ...c'è ancora tanta strada da fare, questo è solo l'inizio! Non montarti la testa!
Però le soddisfazioni stanno crescendo e ogni volta che vedo una mia intervista pubblicata sono sempre emozionata.

Harim Accademia Euro Mediterranea

Stylist Claudio Di Mari 

credits: VAIN Magazines


Cosa ho imparato? Tante cose interessanti, ho scoperto persone meravigliose e la cosa più importante che ho capito è che non è facile programmare un'intervista, perché le persone che cerchi sono spesso impegnate, lavorano o viaggiano quindi è difficile anche decidere quando sentirsi.  Non è sempre facile cercare di parlare con le persone, soprattutto quando a freddo fai domande sulla loro vita e il loro lavoro. In questo tempo ho capito che non devi mostrarti distaccata, come se stessi lì solo per fare le domande, ma dimostrare interesse, curiosità, fare commenti personali, dando un'impressione positiva all'interlocutore, che sarà ben contento di risponderti. Molti di loro si rendono disponibili e sono molto affabili, cercano di coinvolgermi nel loro mondo anche solo a parole, per farmi capire il lavoro che fanno.

Vi metto il link ad alcune interviste che mi sono piaciute particolarmente, se volete leggerle: ho avuto il piacere di conoscere (per telefono) Patrizia Mirigliani, che oltre a ricoprire il ruolo di patron di Miss Italia è una donna davvero gentile e spiritosa (il link qui); ho incontrato un orafo di Milano molto originale che disegna gioielli e li realizza tutti a mano (qui); ho potuto parlare con le più grandi scuole di moda d'Italia, intervistando il direttore dell'Accademia di Costume e Moda di Roma (qui) e dell'Accademia Euromediterranea di Catania (qui)...Sono solo alcune ma sono tutte importanti per me perché mi hanno dato modo di confrontarmi con professionisti, artisti e persone che si impegnano nel loro mestiere.
Se volete scoprire Vain e tutte le novità sugli stilisti e sugli artisti emergenti, potete seguire la pagina Facebook della rivista.
A presto e intanto vi auguro un buon fine settimana!

1 commento:

  1. E brava Angelica!! Sono interviste belle e immagino emozionanti!! Complimenti!

    RispondiElimina