27 ottobre 2012

WEEKEND A ROTTERDAM


E' stato un giro di due giorni nella città di Rotterdam, un luogo che per certi versi ha un sapore antico come quello delle pale dei mulini a vento e per altri attira ancora come il fascino del nuovo, per la modernità dei suoi grattacieli.
Un'escursione di temperatura e di atmosfera, che lascia i segni rossi in faccia per il vento che tirava, ci ha portato nelle Lowlands, dove l'orizzonte è infinito e si sente il mare soffiare da lontano.
Non è una sorpresa perchè il clima può cambiare all'improvviso. Per non lasciarci scoraggiare e proseguire nell'esplorazione della città, non puoi fare affidamento solo su te stesso, perchè l'orientamento non dipende solo da dove ti trovi...E' una sensibilità che dovrebbe spingerti a voler conoscere partendo da te stesso!
Per fortuna avevamo avuto in prestito da un amico le tessere dei trasporti, cosa essenziale per muoversi in città e per poter visitare le varie zone. Con queste alla mano siamo riusciti a spendere il meno possibile, perchè si tratta di schede prepagate che possono essere usate in tutto il Paese, senza limiti se non quello di passare la tessera sia all'andata che al ritorno sull'apposita banda magnetica...Eccezionale!! Riesci in questo modo a fare una fermata di metrò pagando appena pochi centesimi di euro!!!
Questa è una delle qualità che più mi hanno colpito, oltre alla grande mescolanza di culture, durante questa nostra breve percorrenza a Rotterdam.




Abbiamo visitato la città, bagnata dal fiume Mosa che la percorre e la segna con una scia dal sapore di mare...Un giro in Spido, per vedere il ponte di Erasmo e lo skyline dei grattacieli, costruiti da grandi architetti per ridare vita a un porto che era stato bombardato dopo la Grande guerra...Non sapendo bene cosa vedere ci siamo dati alla scoperta della città e abbiamo fatto una visita alla torre Mast, che si può visitare salendo 130 metri (circa) in ascensore per raggiungere un panorama incredibile del cielo sulla città, un'emozione per chi ama le altezze. E non solo, si può passeggiare per la zona commerciale (negozi di ogni genere e gusto) e arrivare fino al porto vecchio, dove si trova il Museo marittimo e si possono ammirare le barche da pesca... Per curiosità ci siamo spostati verso il quartiere dove si trovano le case cubiche e la biblioteca progettate dall'architetto Piet Blom. Devo dire che avevo intenzione di entrarci, perchè uno di questi edifici è aperto al pubblico...Sono veramente strane e le finestre sono inclinate verso l'esterno, a me hanno dato un senso di claustrofobia!
Questo è il breve itinerario che abbiamo vissuto in 48h, ma di Rotterdam si possono visitare anche i musei, che però il lunedì erano chiusi.







5 ottobre 2012

BELIEVE IN YOURSELF

Puoi farcela,
per superare le tue paure,
per non deludere le persone che credono in te,
per la tua famiglia che è e sarà sempre il bene più grande,
per la vita che ti appartiene
con tutte le sue insicurezze,
per sorprenderti ancora,
per non lasciarti sola con la tua ombra
ed accorgerti che era tutto a portata di mano,
per il coraggio e la speranza che ancora tutto sia possibile,
per le parole che non hanno sempre significati nascosti,
per i pensieri più singolari che ci accompagnano,
per tutto ciò che ci rendi diversi,
perché ogni piccolo gesto possa tramutarsi in qualcosa di immenso,
per non avere paura di scoprirti davanti agli altri,
per avere rispetto verso le tue vittorie e imparare dalle sconfitte,
per non aspettare a fare la prima mossa, come se si perdessero punti,
per dare più fiducia alle nostre scelte, 
per non essere così indulgenti con noi stessi,
per iniziare a vivere ogni attimo,
per trovare un equilibrio,
per credere in noi stessi,
per la forza che è dentro di noi,
non lasciare che si affievolisca,
non lasciare che i pensieri ti sovrastino,
solo le azioni unite al pensiero,
hanno la forza di costruire davvero qualcosa.










                                                                                                                    
 

DOLCI TENTAZIONI


Volevo condividere con voi una ricetta che ho provato per la prima volta qualche giorno fa, si tratta della ricetta dei brownies che sono dei tipici dolci americani, quadratini super calorici ma dal gusto celestiale, soprattutto per gli amanti del cioccolato in quanto sono prettamente a base di cioccolato e cacao con le nocciole (esistono anche delle varianti).
Diciamo che l'impasto assomiglia alla "torta caprese" nostrana, solo che questi dolcetti vengono serviti a quadretti e si accompagnano bene a tè, latte, caffè e cappuccino.
Si trovano nei bar a colazione e in una puntata di Sex and the City (un'altra dolce abitudine), la famosa Samantha Jones afferra un brownie al cioccolato per la disperazione di non poter andare dal parrucchiere e di dover fare da babysitter al piccolo Brady! Per chi come me e' golosa e alla ricerca di un dolce per la colazione/merenda, magari da mangiare guardando la vostra serie Tv preferita... io vi consiglio di provare questa ricetta perche' è davvero facile e squisita!!

 Ingredienti:
140 g di farina
20 g di cacao
350 g di zucchero
280 g di cioccolato fondente
150 g di nocciole tritate
130 g di burro
5 uova
1 bustina di vanillina
Decorazione: nocciole e/o cioccolato fondente fuso
Occorrente:
Stampo rettangolare 24x24 cm 

Preparazione
1) Ponete il burro e il cioccolato tritato finemente in una casseruola e scioglieteli a fiamma bassissima. Conservate a parte.
2) In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero, poi aromatizzate con la vanillina
3) Unite il cioccolato fuso con il burro
4) senza smettere di mescolare, incorporate la farina setacciata con il cacao
5) incorporate anche le nocciole tritate finissime
6) Foderate la base dello stampo con carta da forno, imburrate e infarinate i bordi. Versate la massa e livellate la superficie.
7) infornare a 180° per 25/30 minuti. togliere dal forno e lasciare raffreddare.
8) decorare con un conetto di carta per dolci con il cioccolato fuso

ENJOY YOUR WEEKEND <3




fonte: instagram 

3 ottobre 2012

LE MIE "MACCHIE" SULLA PELLE


Penso di non essere mai stata brava a fare delle scelte...O meglio non sono una persona con le idee chiare da subito, diciamo che sono più una persona che reagisce d'impulso e seguendo l'istinto, più che una classica persona razionale.
Sto parlando di scelte di tutti i giorni, di quei momenti nella vita dove sei chiamato a prender una decisione, molto spesso immediata...dal "come lo vuoi il caffè" al dove parcheggiare la macchina, per arrivare al menu del ristorante e non avere la più pallida idea di cosa si vuole mangiare, quando la lista che hai davanti è infinita...Io in quei casi mi butterei subito al dolce!
Ma di scelte ne facciamo continuamente, scegliamo ogni mattina come vestirci, cosa fare, con chi parlare...e a volte sono proprio queste scelte a cambiarci la vita, a renderla speciale in qualche modo!
E poi ci sono anche alcune scelte del passato magari non proprio "azzeccate", che ci fanno riflettere su come siamo e su chi siamo oggi...e quando una di queste resta sul tuo piede o sul braccio come fare???
Sto parlando di tatuaggi..Sì di quei piccoli (o meno) esseri d'inchiostro che faranno parte del vostro pedigree per tutta la vita e per cui prima di andarne fieri, bisogna essere davvero-davvero-davvero convinti!!
Io ne ho tre e non sono pentita...perchè quando si fa un tatuaggio è come un rito di iniziazione, dopo non si torna più indietro e molto spesso se ne vuole fare un altro...
Ma il mio problema è che il secondo tatuaggio è grande per me e che non mi rappresenta al 100%. Per questo vorrei modificarlo, non rimuoverlo (il laser deve essere ancora più doloroso)...dargli solo quel qualcosa che me lo farebbe apprezzare di più! Questo è il bello dei tatuaggi, che rimangono sulla pelle, ti appartengono e nessuno può scegliere per te.






Si tratta di una luna stilizzata, tribale se non sbaglio....perchè quando l'ho fatto ero ad Amsterdam qualche anno fa, e avevo letto su una guida locale che quello studio era il posto più figo per i tatuaggi! Quando sono andata lì ho deciso sul momento cosa fare, non mi ero accorta che la gestione non era più la stessa di prima..Insomma errori che possono capitare quando si va così alla sprovvista!



lo vorrei modificare, perchè così mi sembra incompleto...In più molte persone lo associano alla bandiera turca! Queste le opzioni di foto che ho trovato su internet...




E voi avete fatto qualche scelta di pelle di cui non siete più convinti al 100%??
Se avete qualche suggerimento a riguardo...aspetto un vostro commento :)!!
CIAO!!!