27 dicembre 2012

NAPOLI NEL PERIODO NATALIZIO


Ci ero già stata da bambina, ma quando si parla della città di Napoli, legata in parte anche alle mie origini, non si può rimanere indifferenti...Innanzitutto ad accoglierci un bel sole caldo, cosa impensabile abituati alle fredde giornate di Milano in inverno!
Qui sembra di essere in un limbo dove il clima si è fermato in una eterna primavera, dove non esiste la neve e il mare fà da riverbero alla calda atmosfera anche nei mesi invernali.
La differenza di temperatura e' notevole, in più in questi giorni di festività natalizie, si annusa nell'aria un clima di festa, anche per le strade con le luci accese ed i musicisti che offrono intervalli musicali, attimi di fantasiosa evasione per ogni genere.



La fantasia e l'arte sono alcune delle caratteristiche apprezzabili di questa città, radicata nelle tradizioni, nella musica e nella cultura. Basta fare un giro nel centro storico, a San Gregorio Armeno, tipica via di botteghe artigianali dove vengono esposti i più bei presepi e ogni tipo di addobbo per il Natale. Ogni bancarella ha alle spalle un laboratorio in cui poter ammirare il lavoro di precisione e di passione con cui vengono realizzati i presepi. Sono vere e proprie sculture, fatte in legno, ceramica che vanno a riprodurre le classiche scene bibliche, ma anche i lavori ed i mestieri come il panettiere, la lavandaia, il macellaio, la sarta...Da qualche tempo a questa parte hanno iniziato a riprodurre anche statuine più originali, come i vari personaggi dello spettacolo e del gossip.






Una visita nel centro storico e nella via dei presepi e' una tappa da non mancare, che si trova tra i due decumani principali, via dei Tribunali e via San Biagio dei Librai (Spaccanapoli). Sempre in questa zona, in via dei Tribunali 94 si trova una delle migliori pizzerie della città, frequentata dai giovani della vicina Università, aperta come ristorante e friggitoria, qui si possono degustare pizza, pizza fritta e arancini sul posto, caldi e appena sfornati. Una vera bontà!
Un altro elemento della cucina napoletana è la pastiera, un tipico dolce fatto di ricotta e grano, condito con frutta candita...Anche questo è da provare insieme a tutti i dolcetti di questa zona, che sono vari. Ho trovato una tipica pasticceria nel centro storico, che produce pastiera e dolci napoletani, si chiama La pastiera Napoletana in via Benedetto Croce 50, dove si può comprare un'ottima pastiera in scatole di latta degli anni '50.
Per la visita della città e dei Musei, ci sono molte cose da vedere. Di sicuro i più importanti sono il Museo di Capodimonte e il Museo Archeologico Nazionale, ma Napoli è una città ricca di monumenti, piazze e chiese che meritano una visita. Come il Museo Cappella di Sansevero, dove si può ammirare il Cristo Velato opera del '700 di Giuseppe Sanmartino, una statua in marmo raffigurante la deposizione di Cristo, adagiato su un letto di marmo ricoperto da un velo sottile, che ne lascia intravedere le fattezze ed il corpo. Incredibile il lavoro dello scultore, ma anche un luogo dietro cui si cela il mistero del principe di San Severo, amante dell'anatomia umana e della magia, personaggio ritenuto emblematico per il periodo in cui è vissuto.
Napoli è una città ricca di storia, sempre in movimento, a cui si aggiungono il sole ed il mare che donano quel colore e quella vivacità, tipica delle città del Sud, una caratteristica che io trovo vitale, per la bellezza e la natura che ne derivano, per questo mi piace adesso come in ogni momento dell'anno. E di sicuro è una bella città da visitare, consigliata sia per gli amanti della buona cucina che dell'arte e anche per i più romantici!!
Auguro Buone Feste a tutti e un Buon 2013!!!!! Ciao *Angelica








3 commenti:

  1. Brava, descrivi molto bene le cose e mi piace come parli di napoli.. evitando le banali ed inutili critiche sterili! Complimenti per il tuo blog .... e grazie per aver apprezzato le mie foto su ig, elbuitre00.

    RispondiElimina
  2. @elbuitre00 Ti ringrazio molto per il commento, Napoli mi piace tanto!

    RispondiElimina
  3. Grazie a te. Ti ho mandato un invito su kinkedin, mi farebbe piacere se volessi rientrare tra i miei contatti. Grazie e ciao. Christian

    RispondiElimina