21 marzo 2013

BISCOTTI ALLE ARACHIDI


Eccomi di nuovo, per condividere con voi la ricetta dei biscotti che ho preparato qualche giorno fa e di cui ho pubblicato qualche foto su Instagram (02angie12)!

Avevo in mente di fare un dolce con le arachidi, perché ne avevo ancora tantissime dallo scorso Natale.
Ho cercato tra le varie ricette sul web e ne ho trovata una facile, ma molto buona. Per dire che in due giorni sono già finiti tutti i biscotti!! Sotto troverete il link al sito dello Spicchio d'aglio, un sito di ricette che non conoscevo e che utilizzerò sicuramente in futuro!





Cosa vi occorre:
    • 120 g di burro
    • 300 g di farina
    • mezza bustina di lievito
    • 2 cucchiai di cacao amaro in polvere
    • 100 g di arachidi tostate sgusciate
    • 150 g di zucchero
    • 1 uovo
    • 1 cucchiaio di rum
  • Lasciare il burro a temperatura ambiente per almeno mezz'ora in modo che si ammorbidisca, quindi lavorarlo con una forchetta per qualche minuto.
  • Setacciare la farina assieme al lievito e al cacao.
  • Tritare le arachidi abbastanza finemente. Resteranno dei pezzetti più grossi: va bene così.
  • Mettere in una ciotola lo zucchero assieme al burro ammorbidito. Lavorarli con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto chiaro ed omogeneo.
  • Unire l'uovo e continuare a lavorare.
  • Unire il rum ed incorporarlo.
  • Unire la farina con il lievito e il cacao e continuare a lavorare. Attenzione, verso la fine il composto sarà piuttosto sodo: è normale.
  • Una volta ottenuto un impasto omogeneo unire le arachidi tritate mescolando con un cucchiaio di legno.
  • Foderare una teglia con carta da forno, prelevare dall'impasto delle palline grandi come una noce, metterle sulla teglia e schiacciarle con i denti di una forchetta per appiattirle.
  • Cuocere i biscotti nel forno preriscaldato a 160° C per 20 minuti.


Tratto da: http://www.lospicchiodaglio.it/ricetta/biscotti-anacardi#li-comment-452#ixzz2O653Zw2p




20 marzo 2013

LA MIA ESPERIENZA CON LE BB CREAM


Ciao ragazze,

E' da qualche settimana che non parlo di prodotti correlati al beauty, ci tenevo a dire che la mia passione non si è affievolita col tempo, anzi ;)!! Solo che preferisco parlare di prodotti che ho provato, di cui mi sono fatta un'opinione abbastanza precisa, piuttosto che recensire prodotti usati poco!
Oggi vi vorrei fare la review di un prodotto di cui sicuramente avrete sentito parlare mille volte, avrete provato, amato/odiato, un prodotto per la maggior parte sopravvalutato, ma che io reputo molto comodo e pratico. Sto parlando della BB cream, ovvero di quella crema colorata per il viso, dalle mille proprietà (o almeno questo sarebbe lo scopo) tra cui quella di uniformare il colorito, coprire le imperfezioni, donare un colorito luminoso e avere anche le proprietà di una crema normale, per cui troverete in commercio anche la versione per pelli normali o grasse.


Io personalmente ho provato in questi mesi tre bb-cream della fascia di prezzo medio-bassa, perché non mi andava di spendere un capitale per un prodotto che non reputavo utile, o che almeno all'inizio mi lasciava non pochi dubbi...Ma devo dire che al momento la bb-cream per me è diventata un'alternativa al fondotinta, che non amo particolarmente, perché ho la pelle mista e noto che con il fondotinta rischio di ostruire ancora di più i pori!
In commercio ce ne sono sempre di più, ogni brand ha lanciato la sua propria BB cream, per cui c'è l'imbarazzo della scelta!
Nello specifico vorrei parlarvi di tre brand: Kiko, Garnier e Maybelline


Kiko: BB Cream
Coloured beauty balm

Consistenza: si presenta come una crema bianca, con delle particelle colorate all'interno. Una volta applicata, il colore si diffonde sulla pelle. Tende ad assorbirsi in fretta.
Coprenza: medio-leggera
Colorito: abbastanza uniformato
Colorazione: Io ho la numero 3 "Rose", che unisco alla numero 4 "Medium" per dare maggior colore.
SPF: 15 (medio)
Tenuta: medio-alta. Mi sembra che una volta "ossidato" il prodotto è difficile che scompaia
Prezzo: 8.90 euro
Consigliata: Si, ma solo se si vuole una coprenza leggera, non andrà a coprire le imperfezioni come farebbe il fondotinta. Dona un bel colorito naturale.

Garnier: BB cream
Miracle Skin Perfector

Consistenza: si presenta come una crema colorata, molto ricca e facile da stendere. Basta poco prodotto.
Coprenza: media
Colorito: uniformato, ma la pelle resta troppo lucida ed è necessario utilizzare la cipria.
Colorazione: Io ho scelto la medium, anche se è troppo scura rispetto al mio colore.
SPF: 15 (medio)
Tenuta: media
Prezzo: intorno ai 9 euro
Consigliata: Non alle persone che hanno la pelle mista e grassa. C'è una nuova versione di Garnier per le pelli grasse, ma non l'ho provata. In generale non ho avuto una buona impressione di questa bb cream.

Maybelline: BB Cream
Dream Fresh

Consistenza: molto cremosa e fresca.
Coprenza: leggera
Colorito: fresco e luminoso, ma poco uniformato.
Colorazione: ho preso la medio-chiara, che però risulta troppo chiara sulla mia pelle.
SPF: 30 (alta) 
Tenuta: bassa. Mi sembra che vada molto bene come base per applicare altri prodotti, tipo cipria o fondo minerale.
Prezzo: 8-9 euro
Consigliata: Sì, ma anche qui se si desidera una coprenza leggera e si cerca un prodotto che abbia un buon Spf per l'estate potrebbe andare benissimo.


Spero che questo post vi possa aiutare nella scelta, se siete indecise o volete acquistare uno di questi prodotti...Fatemi sapere se avete anche voi avuto esperienza con queste creme e come vi siete trovate! Avrei voluto fare degli swatch sulla mia pelle, ma appena mi sono messa a fare le foto ha iniziato a piovere!! Mi farebbe piacere leggere le vostre opinioni e se avete qualche suggerimento da darmi sono pronta ad ascoltare! Ciaoooo un bacione!

15 marzo 2013

QUESTIONE DI PANTONE- SPRING COLORS 2013


Con l'arrivo della primavera, spuntano i primi fiori e così anche nei nostri cuori e nei nostri armadi si scatena quella voglia di vestirci di colori accesi, vivaci, che ci offrano l'energia per affrontare la nuova stagione al meglio.
Nelle vetrine così come sulle riviste, si possono ammirare vestiti di colori variopinti, combinazioni che mai avremmo ritenuto possibili. Un arcobaleno di colori, un'esplosione di tonalità vivaci e combinabili in un milione di modi.
A questo punto entra in gioco la possibilità che questi colori, così unici e indiscutibili, siano invece il frutto di una calcolata equazione di varie tonalità di colore, uno studio accurato sulle teorie del colore che vengono messe in pratica con un metodo preciso, in maniera quasi scientifica.
Sto parlando del lavoro di classificazione del colore che compie Pantone per avere una vasta gamma di colori universali che possano essere utili ai grafici e ai designer di tutto il mondo. Divenuto standard internazionale, per quanto riguarda la grafica, questa società americana che ha dalla sua parte l' esperienza di 50 anni di lavoro, si è occupata in questo tempo di trovare un sistema capace di identificare i colori. Ad ogni colore viene associato un codice arbitrario, compost dal nome e dal numero che stabilisce "la famiglia di appartenenza" (ad esempio 18 per i rossi).
Fatta questa doverosa premessa, anche per soddisfare la mia curiosità, sono andata a cercare i colori per la primavera 2013, che secondo Pantone sono i colori che verranno più utilizzati e che appariranno tra le creazioni degli stilisti della moda.
Source: Pantone.com
Mi sono spesso chiesta come facessero gli stilisti a creare dei trend, partendo dal presupposto che l'ispirazione di ciascun designer nasce da diverse radici, che possono essere culturali, artistiche o più semplicemente commerciali. Quando si parla di colore c'è una linea che sicuramente accomuna le creazioni dei designer. Il colore must per quest'anno, incoronato il protagonista delle passerelle e degli accessori è senza dubbio, secondo Pantone, il verde smeraldo "Emerald Green". Infatti dall'anno 2000 si ripete questa tradizione del colore predominante, per la quale Pantone nomina il colore dell'anno.
Ma come sappiamo non esiste un solo colore, bensì una miriade infinita di colori da cui attingere, per cui sono stati scelti dei colori per la Primavera 2013 che ben si bilancino tra di loro, donando in questo modo un senso di armonia e di equilibrio, così come ciò che ricerchiamo nella vita.
I colori non solo si tingono di sfumature pastello e vibrano di tocchi di energia e di colore vivace, ma cercano di comunicare con il mondo che ci circonda. Ogni colore ha una storia da raccontare, soprattutto in base al significato che gli attribuiamo. Io penso che il verde sia uno dei colori più belli e allo stesso tempo difficili da portare (Rossella O'hara docet), ma mi piace davvero tanto, anche nella variante acquamarina. E voi avete scelto il vostro colore per la primavera?? Come indosserete i diversi colori? Un bacio e alla prossima!
Signature Fonts
Image by FontMeme





Source: Pinterest, Google images, Chicisimo

12 marzo 2013

FIERA MILANO CITY- FA' LA COSA GIUSTA!


Se state cercando di familiarizzare con termini come "ecosostenibile","gruppi d'acquisto" e "km 0", vi consiglio di fare un salto alla fiera "Fà la cosa giusta" che avrà luogo presso Fiera Milano City (MM Amendola) dal 15 al 17 di Marzo. Arrivata alla X edizione quest'anno, questa fiera è la prima fiera che si occupa di consumo critico e stili di vita sostenibili.
Questa fiera è un punto di riferimento per la cultura dell' ecosostenibilità, del turismo responsabile e del biologico, in ogni sua forma, da quello che concerne la cosmetica al cibo. L'ecosostenibilità è un principio che si può associare a tanti argomenti e tanti lavori differenti, dal marketing al consumo, dagli eventi ai progetti di architettura.
Io sono stata alla scorsa edizione e potete trovare di tutto, tante idee sia di viaggio sia di creatività sempre nel rispetto dell'ambiente e del riciclo dei materiali. Inoltre ho letto che quest'anno ci sarà un settore dedicato al mangiare vegano, con possibilità di provare nuove ricette e prodotti. L'anno scorso si potevano assaggiare molti prodotti tradizionali, coltivati nel rispetto delle tradizioni, dalle mele alle granite di mandorla tipicamente siciliane. Per gli amanti del "green", non mancano associazioni ed iniziative culturali per prediligere i mezzi ecologici ai più inquinanti automezzi. Insomma sicuramente una fiera originale ed interessante dai contenuti innovativi e attuali! Una buona giornata e a presto!

9 marzo 2013

LIEBSTER BLOG AWARD


Di recente ho ricevuto da Chiara, una ragazza che crea dei bellissimi bijioux, il premio Leibster Award e non ho ancora avuto l'occasione di fare un post per rispondere e poterla ringraziare personalmente...questo è link al suo blog: http://neverland1975.blogspot.it



Questo premio serve per farci e farvi conoscere…
Il premio mira a dare la visibilità alle blogger con meno di 200 follower. Chi lo riceve deve "premiare" a sua volta 11 blogger per lei meritevoli.

Ci sono delle semplici regole da seguire:
-chi lo riceve deve scrivere 11 fatti random su se stessa;
-rispondere alle domande ricevute e scriverne altrettante 11 da destinare alle blogger che ha scelto di premiare.


Ecco 11 cose che non sapete su di me:
- ho una seria intolleranza verso l'aglio ( non lo digerisco nemmeno a pagare )
- ho da poco iniziato a studiare il francese 
- sono allergica a cani e gatti ma mi piacciono tantissimo ( ho avuto un cane per 16 anni e devo aver sviluppato gli anticorpi)
- adoro il cioccolato e i dolci in generale, sono molto golosa
- mi piace cantare mentre sto guidando 
- fino a pochi anni fa mi mangiavo le unghie, le ho provate tutte (anche il peperoncino), alla fine lo smalto colorato ha vinto sul resto
- sono molto lenta nel fare le cose (non amo essere di fretta, finisce sempre che mi dimentico qualcosa)
- mi piace dormire e quando sono stanca dormo anche 12 ore di fila
- mi dà fastidio quando mi chiamano Signora o Signorina, dal momento che si deve dedurre solo dall'aspetto o dal fatto che non si portano anelli al dito? Boh
- sono una persona sensibile e allo stesso tempo sarcastica, cerco di interpretare le cose a mio modo
- da piccola mia nonna mi chiamava "Angelicuzza" ed io lo trovavo dolcissimo!

Adesso tocca a me rispondere alle domande di Neverland:
- Qual'è il tuo colore preferito? Il mio colore preferito devo dire che è il blu, perché mi ricorda la profondità del mare
- Quale stanza della casa preferisci? La mia stanza, perché vivendo ancora con i miei è il luogo dove più mi sento a mio agio.
- Sai usare il pc? Sì, da qualche anno sono passata al Mac, ma non sono un genio del computer, diciamo che me la cavo per quello che so fare.
- Sei sposata? No
- Quale cartone degli anni 80 preferivi? Penso che fosse Occhi di gatto e Lupin, ma passavo tanto tempo davanti alla Tv
- Cosa ti piacerebbe ti regalassero il prossimo compleanno? Direi un bel viaggetto
- Mare o montagna? Mare 
- Il tuo gelato preferito? Stracciatella
- Di che colore hai i capelli? Castani con meches
- E gli occhi? Marroni
- La tua canzone preferita? una sola è difficile, ma mi piace molto "Wish you were here" dei Pink Floyd

Adesso devo taggare undici blogger a cui vorrei riproporre le domande di sopra :)!! Buon fine settimana!


MERAVIGLIE DELLA NATURA- OASI DI SANT'ALESSIO


Buongiorno carissime/i,

Oggi volevo condividere con voi alcune foto di domenica scorsa, giornata in cui sono stata in visita all'Oasi di Sant'Alessio, un bellissimo parco faunistico in provincia di Pavia (30 km da Milano).
Si tratta di un luogo molto particolare, unico, perché in questo piccolo paesino (Sant'Alessio con Vialone) si trovano moltissime cicogne che hanno deciso di farvi il nido. Pare che sia una tradizione che si tramanda da ben trent'anni, da quando la prima cicogna vi si stabilì con il nido e i suoi cuccioli...E' davvero emozionante vedere questi nidi e le cicogne con i loro piccoli...Nell'oasi le cicogne sono libere di volare, e si possono vedere i loro nidi anche sul campanile della chiesa e sulla facciata principale!
Mentre ero lì ho anche assistito ad una dimostrazione di falconeria, dove poiane e falchetti (non so con esattezza la specie) ammaestrati e guidati da un falconiere, danno sfoggio delle loro tecniche di volo.
In questo parco si possono ammirare diverse specie di uccelli (come i fenicotteri rosa e il martin pescatore) e anche mammiferi (caprioli, lontre e gatti selvatici).
Come sempre vi lascio il link, se foste interessati a dargli un'occhiata...Sicuramente con l'arrivo della primavera il parco sarà ancora più bello e animato, c'è anche la possibilità di fare grigliate all'aperto!!

http://www.oasisantalessio.org/

Ecco alcune foto scattate da me con la reflex, da semplice autodidatta e appassionata di animali! Spero vi piacciano!! A presto!









5 marzo 2013

COME RICICLARE IL GUARDAROBA?!?


Con l'arrivo della bella stagione si ripropone come ogni volta, il tanto atteso e famigerato "cambio degli armadi"!! Ogni volta è difficile resistere alla tentazione di fare nuovi acquisti o di rinnovare il proprio guardaroba. Oppure più semplicemente vi rendete conto che alcune cose non vi piacciono più, non le mettete mai e vorreste dare loro nuova vita (fuori dal vostro armadio)?!?
Può essere anche per una motivazione di spazio, che certe volte non sappiamo proprio dove mettere e cosa fare delle mille borse e scarpe. Non vi preoccupate perché esistono diverse opzioni per aiutarvi a riciclare il vostro guardaroba...Eccone alcune!

Negli ultimi mesi la catena di abbigliamento H&M ha lanciato " Conscious" una campagna a favore dell'ambiente e del consumo sostenibile. Si tratta di un'iniziativa mondiale, per cui in ogni negozio della catena di abbigliamento low-cost, sarà possibile consegnare abiti usati ed in cambio sarà consegnato un buono sconto da utilizzare su un prossimo acquisto (valido fino a giugno 2013).
Con questa raccolta di indumenti si cerca di ridurre l'impatto dell'industria della moda sul nostro ambiente: in questo modo si potranno riciclare gli indumenti che non usiamo più ed inoltre contribuiamo a ridurre i rifiuti. Il riciclo può essere di tipo innovativo, dove un capo ancora in buone condizioni può essere riadattato e rivenduto, invece per quanto riguarda i capi più usurati, verranno trasformati in nuove fibre tessili e riutilizzati.
Mi sembra che questa sia una buona opportunità per disfarsi di certi capi che non mettiamo più oppure rovinati (non importa in che condizione siano) ed anche di poter aiutare il nostro ambiente, infatti dal riciclo di questi tessili può essere anche prodotta energia.
Se avete voglia di dare un'occhiata alla proposta vi metto il link:
http://www.hm.com/it/longlivefashion#path=1&transition=10&duration=500





Source images: Google

Sicuramente uno dei metodi più conosciuti e collaudati per la compravendita di oggetti nuovi e anche usati è il mercato di Ebay, una piattaforma digitale che vende di tutto, soprattutto abbigliamento ed elettronica. Per ogni metodo di vendita online, si presuppone l'interesse a vendere la propria roba attraverso delle foto scattate ad hoc, meglio se alla luce naturale e che ritraggano bene l'oggetto nei minimi particolari.
Ultimamente sono nate davvero diverse possibilità per vendere i propri vestiti, anche Asos, il negozio inglese di vestiti e accessori, ha inaugurato da un pò di tempo Asos Marketplace una piattaforma dove poter vender il proprio abbigliamento usato, in tutto il mondo e senza costi aggiuntivi (mi pare che trattengano solo un 10% sull'incasso).
Se invece siete di quelle persone che proprio non hanno voglia di fotografare ogni singolo capo e occuparsi di tutta la transazione (come nel mio caso) esistono i mercatini dell'usato, che da sempre ritirano la merce in conto vendita. Tutto quello che pensano di poter rivendere ed ancora in buone condizioni, viene etichettato e prezzato in attesa che un nuovo cliente se ne impossessi. Nella mia zona c'è un mercatino che fa parte del franchising del Mercatino dell'usato (www.mercatinousato.com), presente in tutta Italia.
Inoltre volevo segnalarvi un'altra possibilità per ridare nuova vita ai vostri capi d'abbigliamento, sempre per chi non ne fosse già al corrente, esiste l'alternativa dello Swap, ovvero dello scambio vero e proprio di abiti usati e accessori. Nient'altro che baratto, come si faceva una volta, senza utilizzo di denaro ma con il desiderio di scambiare un vestito con quello di altri. La base di questa idea è sempre quella del consumo sostenibile e del riciclo dell'abbigliamento. Sono molte le iniziative che si rifanno a questo principio, si possono organizzare degli Swap Party tra persone che per esempio desiderano scambiarsi alcuni vestiti/accessori tra di loro. A questo proposito potete dare un'occhiata al sito www.swapclub.it per capire meglio di cosa parlo!
Vi parlo di questo, soprattutto perché ho provato personalmente a fare ordine e a "smaltire"i capi di abbigliamento che non usavo più...mi piace pensare che gli abiti che usiamo e che non mettiamo più, potrebbero trovare una seconda vita oppure essere usati per qualche altro scopo, piuttosto che finire direttamente nella spazzatura! Spero di esservi stata utile in qualche modo...sono aperta anche ai vostri suggerimenti! Un bacione e a presto!!!