13 febbraio 2013

NUOVE ABITUDINI: CONSUMISMO 2.0


Ciao a tutte/i,

Vorrei parlarvi di un argomento che mi sta a cuore, perché vedo come ha cambiato le mie abitudini e la mia propensione all'acquisto...Se una volta le nostre scelte erano legate per lo più a ciò che vedevamo in TV e sui giornali, oggi si è aperto un ventaglio di possibilità infinite, legate soprattutto ai diversi canali, nati attraverso il web (Youtube, Facebook, Instagram, etc) che ci presentano ogni giorno le novità e i prodotti più in voga, più consigliati e piaciuti online. 
Vorrei precisare che quello che di cui parlo e che ho potuto riscontrare, riguarda il consumo limitatamente ai prodotti di cosmesi e di makeup, per cui parlerò prendendo in considerazione soprattutto questo ambito.
Abbiamo assistito alla nascita di veri e propri guru (ClioMakeUp, MakeupDelight, Pixiwoo, LisaEldrige, MisStrawberryfields), persone che attraverso i loro utili consigli ci aiutano e, indirettamente, ci influenzano nella scelta dei nostri acquisti. Mi riferisco anche a quelle persone che si sono ritagliate un piccolo angolo, un blog, uno spazio sul tubo oppure un sito internet, da cui inoltrano le loro conoscenze e le loro abilità, offrendo informazioni dettagliate, che possono aiutare nell'acquisto del prodotto che state cercando. 
Sicuramente questo grande interesse che è nato da entrambe le parti ha giovato il consumatore, ponendolo nella situazione di sentirsi più consapevole nelle sue scelte e più informato, più coinvolto anche nel processo di selezione e di acquisto, dal momento che esistono forum o canali dove poter leggere e lasciare recensioni di ogni tipo su ogni prodotto in commercio (Saicosatispalmi, L'angolo di Lola, Al femminile). Siamo tutti più coinvolti in questo processo, benché non si possa sempre scegliere la provenienza del prodotto o la responsabilità sociale ad esso collegato, siamo liberi però di scegliere in base alle caratteristiche che cerchiamo, alle nostre esigenze e anche in base alle opinioni di altre persone che hanno provato la stessa cosa. Sembra un consumo più democratico nel senso del fare una scelta. 
Ed anche grazie ad internet che è stata possibile la nascita di piccole o medie realtà che si sono fatte conoscere, hanno potuto mostrare i loro prodotti in una vetrina virtuale, e soprattutto sono riuscite a raggiungere chiunque e dovunque, grazie all'e-commerce. Questo è stato un passo avanti, una diversificazione nell'offerta, che prima era limitata a profumeria, farmacia e negozi specializzati.
In questo mare di offerte e di canali dove poter acquistare, diventa sempre più complicata la fase di scelta, che se prima era legata solo alla fedeltà verso un marchio, adesso comprende diversi elementi.
Ma l'elemento più sicuro su cui fare affidamento, per poter scegliere in maniera giusta, resta sempre il vostro buon senso!! Perché nell'ultimo periodo, a cominciare da Youtube, c'è stata una crescita esponenziale di personaggi che dispensano consigli e recensioni di ogni tipo, natura e prodotto, come se oltre a mostrarsi, sentissero il bisogno di condividere i propri acquisti, a prescindere dal giusto o sbagliato, buono o meno.
Anche io propongo dei prodotti nel blog, che ho provato sulla mia pelle e con cui mi trovo bene, ma questo non vuol dire che ciò che vada bene su di me, sia poi adatto anche alla vostra pelle, insomma penso che come ogni cosa, solo provandola si possa capire se ci può piacere o meno. 
Purtroppo, lo ammetto, sono una persona che si lascia facilmente influenzare, e da quando ho Instagram devo dire che spesso mi trovo a desiderare smalti e rossetti senza rendermene conto, solo per aver visto una bella foto o forse solo per il fatto che piace a tutti?! Va bene la partecipazione, la consultazione e la condivisione di consigli e novità sui prodotti, ma quando la tendenza a emulare certe persone prende la piega sbagliata, iniziando a seguire quella persona in tutto quello che fà, desiderando e comprando le stesse cose, allora si entra nella spirale dell'annullamento della propria identità, dell'omologazione e non c'è più poi tutta quella libertà di scelta che tanto immaginiamo di possedere.
Questa è solo la mia opinione su un argomento che m'interessa, per cui le mie parole non vogliono offendere nessuno né essere verità. Ma solo una personale analisi delle mie abitudini e di come vengano influenzate dai nuovi media. E voi? Cosa ne pensate?? A presto!!!





Image Source: Google Images

3 commenti:

  1. ciao!
    arrivo da Kreattiva..sono una new follower...
    se ti va vienimi a trovare, http://alelablogger.blogspot.it/
    sul mio blog c'è un contest in corso http://alelablogger.blogspot.it/2013/01/contest-n-1.html

    RispondiElimina
  2. Ciao Angelica,grazie della tua visita,ti seguo molto volentieri anche io!
    Un abbraccio:)
    Arianna

    RispondiElimina
  3. Ciao! Bello questo post, l'ho letto volentieri.
    Condivido appieno il tuo pensiero, è una riflessione che indubbiamente sorge spontanea quando si analizzano la propria passione per i cosmetici, la propria "attività" di blogger e tutta la comunità virtuale, vastissima, che ruota attorno alla bellezza in generale.
    Lo ammetto, come te mi lascio influenzare parecchio e mi lascio tentare, anche se avendo accesso alle informazioni che mi servono riesco spesso ad "indovinare" ciò che fa per me. A volte capita però, comprando spesso su internet, che non sempre quello che arriva corrisponde a ciò che mi aspettavo. A dire il vero, anche se meno, capita anche quando compro in negozio, soprattutto quando non posso provare ciò che mi interessa (a causa di tester inesistenti o sporchi... ewww!).
    Per questo, apprezzo molto i blog con delle belle foto curate e in cui i prodotti sono recensiti con onestà. Apprezzo molto meno quelli che si vede lontano un miglio che cercano solo di spingere all'acquisto e soprattutto che cercano di convincerci di aver bisogno di 20 mila ombretti, magari anche in colori improbonibili.
    Seguo immediatamente una blogger che invece mi dice: guarda io ho 20 mila ombretti in colori improponibili perchè è una mia passione (e magari li uso anche su altre persone), voi cercate cosa piace a voi e cosa è più adatto a voi perchè non è che avere tante cose significa necessariamente avere le cose giuste.
    Poi se uno può ed è un hobby, avere una collezione vasta non è mica un peccato mortale... (Ok, questo è per autoconvincermi xD)
    Se ti va, fai un salto sul mio blog ;)

    RispondiElimina