19 maggio 2013

IL GRANDE GATSBY

Ciao bellezze,

E' un film molto atteso, da mesi si parlava dell'uscita dell'ultimo capolavoro di Baz Luhrman, lo stesso regista di Romeo+Juliet e di Moulin Rouge (devo ammettere di averli adorati, soprattutto il primo), insomma l'arrivo de "Il grande Gatsby" nelle sale, presentato a Cannes proprio in questi giorni, non potevo davvero perdermelo.
Tra gli attori principali ci sono Leonardo Di Caprio, nella parte di "J" James Gatsby e Carey Mulligan nella parte di Daisy Buchanan, mentre un bravissimo Tobey Maguire veste i panni del cugino Nick Carraway.
Il film si basa sul romanzo "Il grande Gatsby", classico della letteratura americana, scritto da Francis Scott Fitzgerald. Il rapporto tra cinema e letteratura si sa che può essere difficile, lasciando troppo spazio all'immaginazione e non seguendo la storia come si dovrebbe, ma in questo caso ho avuto l'impressione che si sia rispettato l'originale, secondo le mie reminiscenze dei tempi della scuola!
Nel film vediamo come protagonista e anche narratore Nick Carraway, giovane laureato a Yale, con il sogno in tasca di diventare scrittore e con il desiderio di scoprire la vita meravigliosa nella baia di New York, fatta di lusso ed eccessi soprattutto nel periodo in cui è narrata la storia, i ruggenti anni '20, un periodo di crescita e di ricchezza improvvisa per l'America, rappresentata da Wall Street e dal protezionismo.
Per Nick è il tempo di scoprire la grande mela e di entrare a lavorare come broker di borsa, trovando casa per l'estate nella baia di Long Island. Nella stessa baia, vivono altri due personaggi su cui le vicende della vita di Nick si intrecceranno, da una parte la bellissima Daisy, cugina di Nick e moglie annoiata di un ricco rampollo di Chicago, dall'altro lato della baia il personaggio di Gatsby, un uomo di cui si conoscono solo le magnifiche feste ed altri aneddoti, un uomo misterioso, determinato e composto ma con un'unico desiderio : rivedere la donna che gli rubò il cuore, cancellando così il passato. Affinchè il loro amore si possa ripetere, è pronto a fare qualsiasi cosa per lei, per il sogno di riaverla con sè.  La speranza è uno dei temi fondamentali che ricorrono tra le immagini e nelle parole del film, che insieme all'amore resta uno degli elementi fondamentali per creare la fortuna e la ricchezza di qualsiasi uomo, perchè la ricchezza materiale senza amore non è nulla.
Inoltre mi sembra che oltre alla maestosità di certe scene, la frivolezza degli argomenti e le feste incredibili con l'alcool che inebria i personaggi come se non ci fosse un domani, questo film apre la porta ad altre chiavi di lettura più profonde, come il cambiamento della casta sociale e l'amarezza nello scoprire che il sogno americano non è più quello che si immaginava, ma anche la freddezza dei sentimenti, con cui Nick scopre di essere l'unico vero amico del "vecchio amico" Gatsby.
Nel film, che esiste anche nella versione 3D, le immagini, i vestiti, le scenografie, sono tutte curate nei dettagli, rendono la visione davvero piacevole, intervallate dalle canzoni di artisti famosi, tra cui la ballad di Florence + The machine con "Over the love" e la sexy e malinconica Lana del Rey con "Young and Beautiful".




Source Images: The Great Gatsby (Warner Bros site)

3 commenti:

  1. La critica non è stata molto favolevole con questo film, ma prima di lasciarmi influenzare lo guarderò!!
    Grazie per la recensione!!
    Ciao!

    RispondiElimina
  2. Ciao Silvia, io da semplice osservatrice, mi sono lasciata condizionare solo dalle emozioni che mi ha lasciato il film!
    Spero che ti piaccia allora :)...un bacio!

    RispondiElimina
  3. Non vedo l'ora di andarlo a vedere! Sono dell'idea che ogni film con DiCaprio merita di essere visto per la sua infinita bravura. E poi ho adorato sia Romeo+Juliet sia Moulin Rouge, film stupendi!

    RispondiElimina